🇮🇹 A Spasso per il Lago di Èndine

Comments 2 Standard

Read in English🇬🇧

 

Nuovo Kindle Oasis

Olá! Sto andando alla scoperta di uno dei laghi meno conosciuti della Lombardia: il Lago di Èndine. Questo piccolo oasi si trova in valle Cavallina, in provincia di Bergamo a 30 km del capoluogo e a 60 km da Brescia.
Lo si può raggiungere in auto, percorrendo la strada che porta a Endine Gaiano. Per chi arriva da Brescia la strada è meravigliosa perché costeggia il lato est del lago di Iseo.

Giunti a destinazione si può parcheggiare in uno dei tanti spazi adibiti e gratuiti, ai lati della strada.
Lascio l’auto a San Felice al Lago, nel parcheggio a fianco alla chiesa di San Michele Arcangelo, un gioiello costruito nel 1628.

IMG_1314.JPGIMG_1277

Il percorso pedonale costeggia l’intero perimetro del lago ed è lungo 16 km (percorribile in 3 ore circa). Il percorso è semplice, senza dislivelli, adatto alle famiglie. Lungo il cammino si trovano diversi bar dove rifocillarsi o bere qualcosa di fresco, in completa pace.

IMG_1312

IMG_1281

E’ un luogo incantevole, particolarmente ricco di vita animale, adatto alla nidificazione di specie dell’avifauna stanziale e migratoria come il germano, la folaga, la gallinella d’acqua, il cigno, il tarabusino, lo svasso, l’allocco, il martin pescatore ma anche rifugio di numerose varietà di anfibi e di pesci.

IMG_1302

… il tutto incorniciato da forti e curiosi alberi che costeggiano l’intero perimetro del lago e accompagnano il percorso pedonale tali come salici, pioppi, ontani e rari platani

IMG_1311

IMG_1329

Sono sicura che troverete il posto ideale per il vostro picnic con pennichella al seguito

IMG_1317

Bellissime le piante acquatiche che io non mi stanco di ammirare; tra le altre la  canna palustre, i giunchi e le ninfee bianche, sono le mie predilette

IMG_1307

Ma se preferite qualcosa di più movimentato potete farvi un giro in pedalò o in una barchetta a noleggio. E’ possibile la pratica di sport acquatici come vela, windsurf, SUP o canoa mentre è severamente vietato l’uso di barche a motore. Nemmeno il capeggio è permesso ma, dal 2017, è possibile farsi una bella nuotata!

IMG_1300

IMG_1280

Nei giorni più freddi dell’inverno il lago si ghiaccia e lo si può percorrere a piedi; in alcuni punti si può persino pattinare – anche se vietato dai regolamenti comunali per motivi di sicurezza.

IMG_1318 (1)

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

m.s.

Spero vi sia piaciuto questo pomeriggio insieme.

Per domande e suggerimenti, scrivete qui sotto, nei commenti.
Ciao dalla vostre Crackita

 

🇮🇹A Spasso per Val Bertone

Comments 2 Standard

Read in English 🇬🇧

Nuovo Kindle Oasis

Olá! Oggi voglio farvi conoscere un angolo di pace e relax, un luogo a pochi km dal centro di Brescia,  la città dove vivo ora.
Vi porto in Val Bertone, pronti a partire con me?

IMG_2368

Si Parte!

Mi dirigo in auto verso la zona nord della città, seguendo le indicazioni per lo Stadio e subito dopo quelle per Nave – Valle Sabbia: le indicazioni stradali sono chiare, non potete sbagliare.
La strada che dalla zona Nord di Brescia porta verso Nave sale leggermente ma si guida con facilità; appena dopo il centro di Nave, proseguo dritta per  Caino.
Qui la strada inizia a diventare più tortuosa, ma non preoccupatevi, si percorre agilmente anche con una piccola utilitaria.

excartieregiustacchini

Ex Cartiere Giustacchini in valle delle cartiere di Nave e Caino

Osservo con stupore le vecchie cartiere alla mia destra, molte delle quali abbandonate e rimaste simbolo della passata ricchezza industriale di questo luogo,  mentre alla mia sinistra le colline diventano sempre più verdi e rigogliose.

Se volete saperne di più riguardo le cartiere vi consigli questo libro, molto interessante.

Siamo quasi arrivati… Il centro del paese di Caino  si sviluppa su un ampia curva a destra, passata la curva dobbiamo solo proseguire per un paio di km prima di raggiungere, sulla sinistra, un ampio parcheggio sterrato.
… ed eccoci arrivati!

d52af917-58f9-4d8c-bec1-28addae37b72329a2574-ecf7-4e3e-a3ec-134928391a02
Da qui abbiamo due scelte:
Possiamo parcheggiare e proseguire a piedi – la scelta più ecologica e salutare – oppure arrivare con l’ auto alla sbarra, pagare il permesso giornaliero ad uno dei guardiani (offerta libera con un minimo di 2 euro) ed imboccare la strada sterrata, lunga circa 2 km, che permette di raggiungere il parcheggio di destinazione. L’ingresso al parcheggio è ad esaurimento posti, circa una ventina.
Oggi salirò in auto, perché farò un picnic ed il mio zaino è piuttosto pesante; per chi prosegue a piedi consiglio scarpe da ginnastiche o da trekking leggero ed una bottiglietta di acqua.
La camminata è di circa 15 minuti in salita ma poco impegnativa, a portata di bambino.

a777eff6-75f6-439e-9d71-9301be8ad298

Rifugio gestito dai “Gnari  della Val Bertone”

All’arrivo mi accoglie il Rifugio gestito dai “Gnari  della Val Bertone”, un gruppo di volontari che dal 2014 gestisce questo angolo di paradiso, tenendo curata e sorvegliata la zona allontanando chi non rispetta la natura ed i suoi abitanti.

cb0bde2c-f32d-4710-91b2-c5040c7ac151

Ho volontariamente fatto la tessera associativa , del costo di 5 euro annuali: in questo modo non solo sostengo il loro abile lavoro, ma ho l’opportunità di mangiare  nel loro caratteristico rifugio in  legno a prezzi davvero economici.  Qui trovate la loro pagina Facebook 
Dal menù potete scegliere tra grigliate, formaggio fuso, panini imbottiti e spesso, anche se non sempre, troverete in lista piatti di verdura e spaghetti nella versione aglio olio e peperoncino oppure al pomodoro. Una cucina gustosamente casalinga preparata dall’adorabile cuoca, la signora Franca. Parola d’ordine: adattarsi e socializzare.

Leggo con piacere nella nota affissa vicino alla cassa che nel faggeto qui vicino, nel periodo estivo, si possono seguire delle lezioni di yoga, della durata di un ora ciascuna; oggi forse ne approfitterò, ma prima pensiamo a dove accomodarmi per il mio picnic.

b791083e-751c-477c-8e1d-d75aa7c950ae

70468582-559c-4671-bd55-0c65cf88f036

Appoggiato lo zaino e la copertina sotto degli alberi poco distanti dal rifugio e decido di camminare lungo il torrente, per ammirare la bellezza del posto.

Accanto al rifugio scorre il torrente Garza, l’acqua è fresca e molto pulita. Sembra incredibile che sia lo stesso corso d’acqua che in città arriva sporco e maleodorante. Qui è davvero cristallino!
Il Garza nasce dal monte Prealba da più sorgenti e sfocia nel Mella, nei pressi di Capriano del Colle. Fino al 1947 si immetteva naturalmente nel fiume Mella a Bagnolo, ma il suo corso è stato deviato per portare acqua ai territori di brughiera che, per la siccità nei periodi estivi, perdeva buona parte dei raccolti. Molto prima, nel XV secolo, proseguiva lungo via S. Faustino e attraversava i sobborghi della città ricevendo gli scarichi urbani.

8415a25a-0f18-4cf3-b70d-d85fb6d25c84

zona bb

Area barbecue

Sulle rive del torrente sono a disposizione dei visitatori molte aree picnic  attrezzate con tavoli, panche e barbecue. Se vi interessa venire a cucinare una grigliata sul posto, vi consiglio di raggiungere la Valle la mattina presto, specialmente nei periodi  più caldi, in modo da assicurarvi tavolo e barbecue. Mi raccomando: non dimenticate la carbonella e tutto l ‘occorrente per grigliare!
E` sempre gradita la condivisione e, una volta finita la vostra cottura, lasciate libero il barbecue a chi arriva dopo di voi, è un bel modo per fare nuove amicizie e perché no, scambiarsi le ricette!

2f470e58-eee4-4f54-a574-5c73bd31959d

Papilio Machaon

8bc95670-5641-469d-afaf-fd77ca2af0de

CampanulaTridentata

0aae7c01-04b2-4f7d-b588-9ab763078b9d

Ciclamino Selvatico

Proseguo la mia passeggiata:
Il bosco che mi circonda non è  troppo fitto, l’ideale per sdraiarsi su una copertina e rilassarsi: ci sono piante di ogni tipo, tantissime farfalle, bruchi e molti ciclamini… fate attenzione quindi a dove mettete i piedi.

Mi sono messa delle scarpe anti scoglio, quelle che utilizzo al mare, ed ora cammino nel torrente; l acqua è  bassa ed il fondale sassoso; ogni tanto faccio una sosta , tolgo le scarpe e mi riposo seduta su un masso

db533607-4bf3-4aa4-aecf-c5efdac1ff7f

 

Una farfalla è venuta a salutarmi! Credo le piaccia il fiore sul mio cerchietto!

5241c613-6c1c-4673-8ecf-cc9df61fb2db

La fame si fa sentire, quindi torno al mio accampamento per gustare i miei panini!
Il silenzio, l’aria profumata e la temperatura gradevole mi fanno davvero rilassare…

79eefc19-ac7c-427b-a4a8-9e8b30208ed2

Sveglia!!
E` ora della mia lezione di yoga, mi  dirigo al faggeto, non devo perderla!

84eb3727-a645-4efc-9253-8fac5491c47e

L’insegnante è gentile e molto brava.
Alla fine della lezione mi racconta delle proprietà curative e benefiche che si sprigionano nell’abbracciare gli alberi.
Abbraccio subito un nocciolo accanto a me: la sensazione è davvero curiosa ma piacevole… provate!

albero

 

Si è fatto tardi… il tempo è volato e non vorrei più andarmene;  faccio ancora una passeggiata e scopro altri angoli della valle: Una vecchia fontana degli anni 60, un piccolo luogo di preghiera e altri scorci del torrente molto suggestivi.

fontana

madonnina

Edicola Votiva

cba6a4f5-2e42-49a3-965a-66ce20e76e94

Non sembra proprio di essere appena fuori dalla città!
Se avete poco tempo per spostarvi, non volete fare lunghe code domenicali per il Lago o la montagna, questo posto fa per voi ma anche per i vostri bambini ed amici a quattro zampe. Vi basterà portare una coperta, repellente anti zanzare e scarpe adatte all’acqua, se volete passeggiare nel torrente.

c4b615a0-6848-4833-9783-6340ea8f459a
Vi ricordo che il campeggio non è consentito e che i fuochi vanno accesi solo nelle aree riservate al barbecue.

8b02316d-c892-451b-80ec-2ae100daddc2Ora devo proprio andare…
Saluto a malincuore  la Valle ed i simpaticissimi volontari del Rifugio,  che mi hanno fatta sentire subito a mio agio, riprendo l’ auto e scendo verso la calura della città

l.b.

Se avete domande e suggerimenti scrivetemi nei commenti
Ciao dalla Vostra Crackita!

🇮🇹 La Ciclopedonale dei Sogni sul Lago di Garda: come arrivare, dove parcheggiare info e foto

Comments 33 Standard

Read in English🇬🇧Nuovo Kindle Oasis

IMG_1570

Olá! Oggi percorrerò la Ciclopista dei Sogni che, dall’Hotel Panorama a Limone sul Garda (località Capo Reamol), arriva fino al confine con la provincia autonoma di Trento.

IMG_1607

Larga due metri e mezzo a una cinquantina di metri di altezza a sbalzo sul lago, aggrappata alle pareti di roccia, corre per 2 km parallela alla Gardesana (Strada Statale 45 bis)

C’è da dire che, con la sua struttura metallica e la pavimentazione in calcestruzzo effetto legno, sembra quasi di essere a bordo di un bellissimo veliero
I lavori per la sua realizzazione sono iniziati il 26 settembre 2016 ed è stata inaugurata il 14 luglio 2018.

IMG_1603

La nuova pista ciclabile però, è soltanto l’inizio di un progetto ben più grande:
La futura Ciclovia del Garda con circa 140 km abbraccerà il Lago di Garda toccando le regioni del Trentino, del Veneto e della Lombardia, con possibile collegamento alle Ciclovie del Sole e del Vento.

Come Arrivare:

In Autobus: con la linea Brescia – Riva del Garda di Brescia Nord.

IMG_1761

Eccovi gli orari che ho fotografato in fermata 😉

IMG_1760

In Auto: In problema non è tanto la strada da fare ma dove lasciare l’auto. Il luogo più vicino dove parcheggiare è in centro al paese Limone del Garda. Vi do un aiuto: impostate sul navigatore Via Lungolago Guglielmo Marconi, 50, Limone sul Garda. Li troverete un ampio parcheggio multipiano con, nelle vicinanze, un ampio parcheggio su strada.Vi consiglio di NON avventurarvi a lasciare l’auto nei parcheggi degli hotel vicini alle pista perché rischiate di non trovarla più… Una volta parcheggiato proseguite su Via Lungolago Guglielmo Marconi tenendo il lago alla vostra destra, attraversate Piazza Garibaldi e continuate poi sulla nuova Via Reamol. Passate l’hotel Astor, l’hotel Villa Romantica e, poco più avanti, noterete una scalinata alla vostra sinistra che vi condurrà sulla strada principale SS45bis (in alternativa, volendo evitare le scale, c’è una stradina ripida qualche metro più avanti)
Arrivati allo stradone andate a destra finché non vedete l’inizio della pista. Questa prima tapa sale e scende quindi preparatevi con scarpe comode e bottigliette d’acqua. Ho tracciato (il meglio che ho potuto 😀 ) il percorso nella mappa qui sotto:

mappa.JPG

IMG_1731

Tra andata e ritorno sono circa 9 Km (2,5 dal parcheggio al Hotel Panorama- dove inizia la pista ciclopedonale- e 2 di pista vera e propria)

Noleggio Bike e eBike

Vicino al parking multipiano del lungolago Marconi è stato appositamente allestito un punto di noleggio dove si potranno affittare e-bike da utilizzare esclusivamente per percorrere la nuova ciclopista.
Le tariffe: 20 euro mezza giornata, 30 euro giornata intera.Se avete in programma di prolungare la gita a bordo della eBike rivolgetevi allora a Let’s Go Limone in Via IV Novembre, 20, adiacente al Hotel Limone
Le tariffe: 25 euro mezza giornata, 39 euro tutto il giorno
Da loro potete anche trovare Mountain-bike, City-Bike e biciclette per bambini.Un altro punto dove potete noleggiare la City-Bike è da Tombola Rent in Via Luigi Einaudi, 1/b
Le tariffe: 15 euro 5 ore, 18 euro l’intera giornata

Vi è venuta fame?

 

Se alla fine della passeggiata il morso della fama si fa sentire, come è successo a me, prima di ricuperare l’auto potete fermarvi in riva al LagoIo mi sono fermata qui dove ho trovato un servizio davvero cordiale
Astor Spiaggia Snack bar

 

E per finire la giornata nel migliore dei modi, mi tufferò in queste bellissime acque

IMG_1741

Se avete domande e suggerimenti, scrivetemi nei commenti

 

Ciao dalla vostra Crackita!

Galleria

 

IMG_1730IMG_1757IMG_1574IMG_1577IMG_1597IMG_1634IMG_1594IMG_1720IMG_1727

© copyright, all rights reserved