Itinerario a Brescia

Cosa vedere in un giorno nella Leonessa d’Italia

Il mio itinerario a Brescia, città elegante, nota per la corsa delle 1000 Miglia, abitata fin dall’età del Bronzo, i suoi monumenti d’epoca romana e longobarda sono stati dichiarati dall’UNESCO Patrimonio mondiale dell’umanità.

Fortemente colpita dalla pandemia Covid-19 riapre le sue porte invitandoci ad ammirare la sua bellezza architettonica messa in risalto da viali alberati e parchi rigogliosi.

Per visitarla ci vuole ben più di un giorno ma, se seguirete i miei consigli, riuscirete a vedere parecchio.

Piazza della Vittoria
Piazza della Vittoria

Piazza della Vittoria

Essendo il centro di Brescia quasi tutto ZTL vi consiglio di lasciare l’auto in uno dei parcheggi scambiatori della città e raggiungere il centro con la metropolitana. Scendete alla fermata Vittoria e vi troverete nella omonima piazza (se invece preferite arrivare in auto, in piazza c’è un comodo parcheggio sotterraneo).

Iniziamo l’itinerario a Brescia da Piazza della Vittoria, edificata alla fine degli anni ’20 è una delle principali piazze della città, un ampio spazio circondato da imponenti edifici in stile razionalista, esempio significativo delle tendenze urbanistiche del regime fascista. Di particolare interesse il Torrione INA: primo grattacielo italiano nonché uno dei primi in Europa; e il palco in pietra rossa di Tolmezzo, dove Mussolini tenne il discorso inaugurale della piazza nel 1932. 

Piazza Paolo VI

Avendo davanti l’edificio delle Poste e Telegrafi, andate a destra e percorrete la galleria che vi si presenta in cima alle scale, sotto la torre con l’orologio, fino a sbucare in via X Giornate. Attraversate la strada e prendete la via davanti a voi, via Padre Giulio Bevilacqua, che vi condurrà in piazza Paolo VI.
Ammirate la bellezza del Duomo Vecchio, concattedrale di Brescia, risalente all’anno 1100. Benché più volte ampliato nel corso dei secoli, ha tuttavia conservato la struttura originale ed è tra i più importanti esempi di rotonde romaniche in Italia.

cosa vedere a Brescia
Piazza Paolo VI

A lato del Duomo Vecchio sorge la Cattedrale Estiva di Santa Maria Assunta, o “Duomo nuovo”. Quella che è oggi la chiesa principale di Brescia, fu costruita tra il 1604 e il 1825 sull’area in cui sorgeva la basilica paleocristiana di San Pietro. La facciata barocca è in marmo di Botticino, proveniente dalle omonime cave a est della città. Lo stesso marmo è stato impiegato per realizzare l’Altare della Patria a Roma, la Casa Bianca a Washington e persino la Statua della Libertà oltre ad altri importanti monumenti.

Sempre dallo stesso lato della piazza troverete il Palazzo Broletto risalente al XII secolo. Centro del governo del Comune e delle Signorie, ospita le sedi dell’Amministrazione provinciale, della Prefettura di Brescia oltre ad alcuni uffici comunali.

Nota: l‘ingresso è gratuito in tutte le chiese di Brescia.

Cortile Palazzo Broletto - Brescia
Cortile Palazzo Broletto

Palazzo Martinengo e Capitolium

Riprendiamo l’itinerario a Brescia imboccando vicolo S. Agostino in fondo alla piazza, girando poi a destra in Via dei Musei, antica strada romana (decumano massimo).

Al civico 30 si trova il Palazzo Martinengo Cesaresco Novarino. Esternamente forse non vi dirà molto ma si tratta di un palazzo nobiliare costruito nella seconda metà del sec XVII, le severe facciate nascondono un bellissimo giardino interno. Il palazzo ospita tutto l’anno importanti mostre d’arte temporanee.

Poco più avanti, al civico 41, c’è la piccola chiesa di Santa Maria della Carità. Risalente al XVI sec. e in origine dedicata a Santa Maria Maddalena, è un vero gioiellino, ricca di stucchi e affreschi.

Proseguendo per Via dei Musei si arriva al sito UNESCO che comprende l’area archeologica del Capitolium o Tempio Capitolino. La costruzione dell’edificio è da attribuire a Vespasiano, nel 73 d.C.

Capitolium di Brescia - sito UNESCO
Tempio Capitolino

Con appena € 6,00 potete noleggiare gli ArtGlass che vi faranno viaggiare nel tempo, dalla Brixia romana fino alla sua riscoperta avvenuta nel 1800. Nella dinanzi Piazza del Foro sono presenti altri resti romani.

Continuando per Via dei Musei troverete poco più avanti, alla vostra sinistra il Monastero medioevale di San Salvatore fondato nel 753 d.C. da re Desiderio, oggi Monastero di Santa Giulia e museo della città.  Per la visita vi consiglio un paio di ore perché vasto e molto interessante. Da non perdere all’interno del museo: l’oratorio romanico di Santa Maria in Solario, il Coro delle Monache, la Croce di Desiderio e la Cripta della chiesa di San Salvatore.

Tornate indietro per via dei Musei e svoltate a destra in via Giovanni Piamarta. Al civico 9, è mandataria la visita alla Chiesa di San Cristo, chiamata la cappella Sistina di Brescia, edificata verso la fine del ‘400. L’interno a navata unica presenta dei magnifici affreschi della stessa epoca.

Castello di Brescia

Proseguendo sempre per via Piamarta, svoltate a sinistra alla fine della salita e arriverete al Castello Di Brescia, fortezza di epoca medievale, costruito tra il 1200 e 1300 in cima al monte Cidneo. Potete visitare gratuitamente i giardini e salire sulle torri dalle quali ammirare la città dall’alto. All’interno del Castello vi è il Museo delle Armi, il Museo Risorgimento e la Specula Cidnea.

 

Castello un giorno Brescia
Castello di Brescia

Uscendo dal castello andate a sinistra fino all’area parcheggio e alla piccola rotonda girate a destra. Scendendo per via del Castello vi troverete all’inizio di via San Faustino, principale arteria della zona centro-nord che costeggia l’antico quartiere del Carmine. Lungo la via si svolge il mercato settimanale ogni sabato mattina, da non perdere.

Piazza della Loggia

Percorrendo Via San Faustino si arriva in Piazza della Loggia, un’altra delle principali piazze di Brescia. Avrete alla vostra destra l’omonimo Palazzo della Loggia: palazzo rinascimentale, sede del municipio. La sua costruzione ebbe inizio nel 1489 finendo nel 1574. È possibile ammirare gratuitamente alcune delle sale presentando la carta d’identità all’ingresso.

Palazzo della Loggia a Brescia
Palazzo della Loggia
itineraio a Brescia
Portici in Piazza della Loggia

Il lato opposto della piazza è delimitato dai portici, sempre in stile rinascimentale, sormontati dalla Torretta dell’Orologio astronomico. Ai piedi della torre si trova una stele in ricordo delle vittime dell’attentato di Piazza Loggia, avvenuto il 28 maggio 1974.

Se scenderete a destra sotto i portici di via X Giornate vi troverete in corso Zanardelli, via pedonale che ospita il Teatro Grande, innumerevoli negozi griffati ed eleganti caffetterie.

Per ritornare a piazza della Vittoria dovrete riprendere via X Giornate e, prima di raggiungere piazza della Loggia, svoltate a sinistra in via IV Novembre: vi ritroverete nel luogo di partenza.

Si conclude cosi il nostro itinerario a Brescia, spero vi sia piaciuta questa passeggiata. Se avete bisogno di altre informazioni, raccontarmi la vostra esperienza o darmi qualche suggerimento, scrivetemi nei commenti oppure privatamente qui.

Un bacio dalla vostra Crackita! A presto.

Itinerario a Brescia- un giorno nella leonessa d'Italia grafica per Pinterest
Condividi questo post in Pinterest
Share this Post

Lascia un commento