Visitare Lisbona a bordo del Tram 28

Se siete arrivate su questa pagina probabilmente state cercando informazioni sul Tram 28, sapendo che è una delle maggiori attrazioni turistiche a Lisbona. Bene, siete nel posto giusto: in quest’articolo troverete non solo informazioni pratiche su come e dove salire a bordo per assicuravi un posto a sedere a lato finestrino, ma anche cosa vedere, e dove eventualmente scendere lungo il tragitto, per godervi al meglio ciò che la città ha da offrire.

Leggendo tutto questo itinerario del tram 28 di Lisbona scoprirai i punti più importanti della città e, alla fine dell’articolo, ti indico anche dei posti imperdibili per un pranzo o un aperitivo

tram 28 lisbona orari

Tram 28

I tram arrivarono dagli Stati Uniti all’inizio del XX secolo per sostituire le vecchie carrozze trainate da cavalli che all’epoca erano il principale mezzo di trasporto in Portogallo. La linea 28 è stata inaugurata nel 1913.

Il  tram 28 parte da Martim Moniz e termina a Campo de Ourique, nel Cimiterio dos Prazeres. Tuttavia, dato che è molto frequentato, ci sono tram che realizzano percorsi più piccoli, tra Graça e Estrela.
L’intervallo di passaggio è di circa 10 minuti, ciò vi permetterà di scendere ad osservare più attentamente qualunque cosa vi attragga lungo il tragitto.

Propongo la partenza da Rua da Conceição, (ho disegnato una piccola croce nella mappa qui sotto) cosi potete visitare la mia piazza preferita e fare colazione in un luogo davvero storico. Se invece desiderate fare tutto il giro sedute comodamente senza mai scendere, allora vi consiglio vivamente di iniziare dal capolinea Martim Moniz (raggiungibile in metropolitana, omonima stazione) onde assicurarvi il posto accanto al finestrino.  

Percorso Tram 28 lisbona
Tragitto completo del Tram 28

Praça do Comercio e Arco da Rua Augusta

Nel caso scegliate di prendere il tram 28 in Rua da Conceição, partendo dalla piazza del Rossio con omonima fermata della metropolitana – imboccate la Rua Augusta.

La Rua Augusta è una via pedonale, spesso frequentata da artisti di strada, artigiani e venditori ambulanti. E’ una delle strade più importanti a livello commerciale dove si trovano diversi negozi dei più noti marchi internazionali. In fondo alla via troviamo l’ Arco da Rua Augusta, un arco trionfale la cui costruzione fu pianificata nel 1759, al momento della ricostruzione Pombalina, dopo il terribile terremoto del 1755, che distrusse il centro di Lisbona, ma i lavori furono completati solo nel 1873.

Usando l’ascensore al suo interno e due rampe di scale ripide è possibile, da qualche anno, raggiungere il belvedere in cima all’Arco per 2,50 euro.

La Praça do Comercio, ex Terreiro do Paço, affacciata sul fiume Tago, è una delle piazze più grandi d’Europa, con circa 36.000 m² (180m x 200m).

Per circa due secoli qui c’era il Palazzo Reale, nella cui biblioteca erano conservati 70 mila volumi e centinaia di opere d’arte, tra cui tele di Tiziano, Rubens e Correggio. Purtroppo tutto è andato distrutto dal terremoto del 1755. Oggi gli edifici circondanti sono parzialmente occupati da alcuni dipartimenti governativi e, al piano terra, da ristoranti e bar.

Al centro della piazza si trova la statua equestre di D. José, eretta nel 1775 da Joaquim Machado de Castro, il principale scultore portoghese del XVIII secolo.

Fino agli anni’90 questa magnifica piazza era addebita a parcheggio ma oggi, questo spazio viene lasciato libero o utilizzato per eventi culturali e spettacoli.

Arco da Rua Augusta
Praça do Comercio

Colazione al Café Restaurante Martinho da Arcada

Quasi nascosto sotto i portici, a destra dell’arco, si trova il Café Martinho da Arcada, il più antico di Lisboa (compiuto nel 2020 ben 238 anni) e uno dei preferiti dello scrittore Fernando Pessoa.

Se non avete voglia di dolce ti consiglio di assaggiare le Chamouças. (Io le adoro!) Questi speziati e deliziosi triangoli ripieni, arrivarono in Portogallo attraverso la cucina indo-portoghese di Goa, Damão e Diu, precedentemente appartenenti  allo Stato Portoghese dell’India.

Martinho da Arcada
Martinho da Arcada

Rimettiamoci in strada! Tornate indietro ripassando sotto l’arco della Rua Augusta ripercorrendo la via pedonale fino a Rua da Conceição (la terza via che incrocerete). Svoltando a sinistra troverete la fermata del tram 28. Non importa in che direzione lo prendete, l’idea è quella di fare il giro completo poiché, dalle finestre di questo pittoresco mezzo di trasporto, potrete apprezzare gran parte del patrimonio storico e naturale di Lisbona.

Per salire sul tram, vi serve acquistare in precedenza il titolo di viaggio. Per scegliere quello più adatto al vostro soggiorno vi consiglio la lettura di quest’articolo.

 

Chiado e Café Brazileira

Da Rua da Conceição propongo di salire sul tram diretto a Campo de Ourique (Prazeres) – solitamente meno affollato.
La strada si fa subito ripida, passa accanto alla Accademie delle Belle Arti e arriva al Chiado, uno dei quartieri più cosmopoliti e storici della città, tra il Bairro Alto e Baixa. Potete scendere qui e visitare i teatri Nazionale di São Carlos e São Luiz, curiosare tra negozi di design, gallerie d’arte e fare una sosta allo storico Café Brazileira, dove farvi un selfie sedute al tavolino con il poeta Fernando Pessoa.

Nei pressi: i grandi magazzini Chiado, lascensore Bica e il belvedere de Santa Catarina. Inoltre, una novità mondiale dal 2012: il codice QR di un metro quadrato circa, inserito nella calçada portoghese, tra la libreria Sá da Costa e il negozio Paris em Lisboa, in prossimità dell’incrocio delle Rua Garrett e Serpa Pinto, fa accedere alle informazioni turistiche.

Basilica della Estrela e capolinea allo Cimitero Monumentale

Il tram scende adesso per la Calçada do Combro, passando per l’Assemblea della Repubblica (vi sembrerà familiare se avete visto il film “La Casa degli Spiriti”). Risale verso Estrela, passando così accanto al magnifico giardino, pieno di torreggianti dragoni e alberi di jacaranda. Potete fare una sosta qui e visitare la maestosa Basilica da Estrela, una delle più brillanti realizzazioni del tardo barocco in Portogallo. (Ingresso gratuito)

Basilica da Estrela
Estrela tram 28
Navata principale della Basilica da Estrela

Proseguendo il viaggio si passa davanti alla chiesa Santo Condestável, costruita in stile neogotico inaugurata il 14 agosto 1951, arrivando quindi al capolinea, presso il Cimitério dos Prazeres:

Un cimitero monumentale costruito il 1833, dopo che la città di Lisbona fu colpita da una violenta epidemia di colera: 12 ettari, tagliati da innumerevoli vie fiancheggiate da alti cipressi – Un luogo dove regna il silenzio e la quiete, che invita alla contemplazione di tutte quelle costruzioni che raccontano il passato di chi se ne è andato per sempre e di chi è rimasto con il dolore.

“La fede tiene insieme coloro che la Morte separa” recita la frase incisa su una lapide.

Sé de Lisboa, Miradouro de Santa Luzia e Largo das Portas do Sol

Sulla via del ritorno, all’interno della carrozza di legno del vostro “Giallo” 28 il viaggio prosegue verso la parte orientale della città. Tra dossi e discese ripassate dal punto di partenza prima di iniziale la scalata della colina di Alfama.

Appena dopo la Chiesa della Maddalena vi si presenterà di fronte la Sé de Lisboa, monumentale Cattedrale del XII secolo, costruita sull’antica moschea musulmana della città. Le visite sono a pagamento: chiostro e tesoro €4,00

Il vecchio tram continua la ripida salita, passando dal Miradouro de Santa Luzia a dal Largo das Portas do Sol, da dove potete godere di .una delle viste più belle che Lisbona ha da offrire, magari mentre pranzate…

tram 28 lisbona
Sé de Lisboa
vedere lisbona a bordo del tram 28
Largo das Portas do Sol

Alfama e mercato delle pulci Feira da Ladra

Entriamo ora nel cuore del vecchio e stretto quartiere di Alfama, luogo di nascita del Fado, groviglio di strade labirintiche, dimenticate dal tempo.

Il trionfante 28 continua la sua scalata per la Calçada São Vicente, arrivando a Voz Do Operaio:
Se vi trovate a compiere questo viaggio di sabato o di martedì mattina, scendete qui e andate a curiosare al mercato delle pulci Feira da Ladra (mercatino sarebbe riduttivo perché è davvero enorme) dove potete trovare veramente di tutto e fare scorta di souvenir. L’accesso è piuttosto nascosto, alla sinistra del Monastero di São Vicente.

Alfama
Largo de Santa Cruz do Castelo
Feira da Ladra
Feira da Ladra
feira da ladra
Monastero di São Vicente (con a sinistra la via che porta alla Feira da Ladra)

Castelo di São Jorge

Potete ora prendere congedo dal vostro amico 28 e tornare a piedi alla Baixa. Approfittate dalla vicinanza per visitare il Miradouro da Graça e Senhora do Monte, dove potete prendere un caffè, e il Castelo di São Jorge, lasciandovi sorprendere dalla vista panoramica sulla valle di Lisbona e sul fiume Tejo.
Castelo di São Jorge – aperto tutti i giorni da novembre a febbraio 9:00/18:00; da marzo a ottobre  9:00/21:00 – ingresso €10,00

Aperitivo al Wine Bar

Prima di rientrare, mentre scendete per Rua Bartolomeu de Gusmão, potete soffermarvi qui, al nº 11-13, per l’aperitivo, con un buon bicchiere di vino nazionale.

Il Wine Bar do Castelo è una tranquilla enoteca con oltre 150 vini portoghesi al bicchiere e specialità gourmet quali carni affumicate, formaggi, olive e altri gustosi contorni.

Winne Bar dopo tram 28

Cena con Fado alla Perreirinha de Alfama

Il Fado è un genere di musica popolare tipicamente portoghese, della città di Lisbona, dal 2011 riconosciuto dall’UNESCO come patrimonio intangibile dell’umanità.

Dal 1950 questo ristorante divenne un luogo di riferimento per gli amanti di questo genere musicale nonché della buona tavola. Vi consiglio di prenotare per tempo in modo di assicurarvi un tavolo con una buona visuale.

Perreirinha de Alfama – Beco do Espírito Santo 1,  Lisboa 
Aperto tutti i giorni 20:00/01:00 – Chiuso il lunedì Tel: +351 21 886 8209

 

Fado a Lisboa
Ristorante tipico a Lisbona con Fado

Ti potrebbero essere utili i seguenti articoli

Ristoranti tipici a Lisbona
Leggi L'articolo
Torre de Belem Travels
Leggi L'articolo

Cose da fare a Lisbona – Visite Guidate e Tour (gratuiti e no)

Siamo così arrivate alla fine di questo breve viaggio a bordo dello storico Tram 28. Spero di esservi stata utile.

Se avete bisogno di altre informazioni o volete raccontarmi la vostra esperienza, scrivetemi nei commenti

Se vi è piaciuto l’articolo, condividetelo sui vostri social 😉

A presto. Un bacio dalla vostra Crackita

Visitare Lisbona a bordo del tram 28
Condividi quest’articolo anche su Pinterest

*Questo articolo contiene link di affiliazione. Questo significa che potrei guadagnare una commissione quando prenotate da questa pagina. 

Share this Post

6 commenti su “Visitare Lisbona a bordo del Tram 28”

  1. Sono stata a Lisbona per il viaggio di maturità e il tram 28 ci ha accompagnato praticamente ovunque! Mi hai fatto ricordare un viaggio e una città stupendi🤩

    Rispondi
  2. Ma quanto è bella Lisbona???
    Ci sono stata a giugno 2019 ed è stato il viaggio più bello dell’anno!
    Ho rivissuto tutte le emozioni qui nel tuo articolo e ho scoperto tante cose che non sapevo, soprattutto sulla storia del tram 28 e sui caffè nei quali mi sono fermata (ahimè) poco!
    Comunque è una città stupenda per la quale provo un amore incondizionato!!!
    Un bacione

    Rispondi
  3. Come ben sai sono rientrata da pochi giorni dalla tua amata Lisbona e ho fatto tutto ciò che sono riuscita attingendo ai tuoi suggerimenti… ovviamente ho preso il tram 28 e assaggiato le Chamouças. Grazie di avermi virtualmente accompagnata in un weekend magico che non dimenticherò!

    Rispondi
    • Ciao Nicoletta! Non immagini la gioia che provo nel leggere queste tue parole, in primis perchè ti sei trovata bene, secondo perché ti sono stata utile, che poi è lo scopo di ore seduta a scrivere 🙂 Ti ringrazio moltissimo <3

      Rispondi
  4. Molto interessante questo tram 28. Avevamo programmato un tour del Portogallo con la nostra auto a settembre ma alla fine abbiamo preferito rimandare a tempi migliori. Speriamo arrivino presto

    Rispondi

Lascia un commento