Galateo in Albergo: pillole di Bon Ton per evitare brutte figure

Essere in vacanza non significa rilassarsi a tal punto da dimenticare le buone maniere e comportarci senza un minimo di galateo in albergo. Purtroppo, capita spesso di incontrare persone convinte che tutto sia loro dovuto e permesso. Pagare un servizio non ci dà il diritto di abusarne tanto meno di essere maleducati.

Nelle strutture ricettive, qualunque essa sia, dalla più modesta alla più lussuosa, siamo a casa d’altri dove l’educazione è d’obbligo, sia per rispetto verso il personale di servizio che verso gli altri ospiti e, soprattutto, verso noi stessi e la nostra immagine.

Poiché l’educazione non va mai in vacanza, eccovi qualche indicazione sul galateo in albergo: una semplice guida di Bon Ton per evitare delle brutte figure.

Galateo in albergo spazi comuni

Galateo in Albergo negli Ambienti Comuni

Per ambienti comuni, s’intendono gli spazi che condividiamo insieme agli altri ospiti, come ad esempio la hall, i corridoi, gli ascensori, la sala da pranzo ecc.

In questi ambienti è bene tenere il cellulare in modalità silenzioso, evitandone il quanto possibile l’utilizzo.

Non si transita in queste aree in pigiama o camicia da notte, tanto meno in costume da bagno!

Se viaggiamo con bambini, non possiamo permettere loro di usare questi spazi come area giochi: non si schiamazza, non si corre, non si usano i rollerblade (sembrerebbe scontato ma ho visto anche quello).

Galateo in Albergo negli spazi comuni

Bon Ton in Camera

Va rispettato ogni cartello di divieto che troviamo in stanza: se è vietato fumare, non fumiamo, nemmeno alla finestra o sul balcone.

Televisione, radio, cellulare così come altri apparecchi elettronici, vanno usati a basso volume, lo stesso vale per la nostra voce.

In quasi tutti gli alberghi è vietato ricevere in camera chiunque non sia stato registrato. Informiamoci alla reception prima di invitare qualcuno e atteniamoci alle regole.

Solo perché c’è chi ci riordina la stanza, non vuol dire che dobbiamo ridurla ad un campo di battaglia.

Accappatoi e asciugamani, una volta usati, vano lasciati, senza essere piegati, sul bordo della vasca o del lavandino, affinché il personale di servizio capisca che sono da cambiare.
Prima di coricarci, ci leviamo il trucco accuratamente – il mascara è difficilissimo da togliere dalle federe.

Tutto ciò che troviamo nella stanza appartiene all’albergo e non è un souvenir da portare a casa… se proprio siamo dei cleptomani e non possiamo fare a meno, ci accontenteremmo di una (solo una) saponetta con il logo dell’hotel, da conservare nel cassetto della nostra biancheria, oppure della matita insieme ad un paio di fogli di carta da lettere.

bon ton in camera dalbergo

Galateo in Albergo a Colazione

Al ristorante dell’albergo, ci si presenta puntuali e in ordine (vietati costumi da bagno e ciabatte), e saluteremo gli altri commensali con un semplice “buongiorno” a bassa voce o con un cenno del capo.

Se viene servita la colazione a buffet, oltre che a rispettare la fila, facciamo anche lo sforzo di non svuotarlo: servirsi oltre il necessario, per poi portare via “di nascosto” il bottino per il pranzo al sacco, non è elegante ma, letteralmente, da morti di fame.

galateo a colazione

Regole di Bon Ton nella Piscina dell’hotel

…ne ho viste cose che voi umani non potreste immaginarvi… persone che, all’apertura della piscina, si precipitavano ad occupare le sdraio con i teli da mare, per tutta la famiglia, per poi tornarsene a letto e ripresentarsi solo dopo ore. NON SI FA!

Cos’altro non si fa?

  • Non si entra in acqua prima di aver fatto la doccia.
  • Non si fa la pipì in acqua (seriamente l’ho scritto? Si l’ho scritto).
  • Non si fuma a bordo piscina e non si spengono le sigarette nel prato.
  • Non ci si tuffa a bomba.
  • Non si corre e non si urla: è una zona di svago ma anche di relax, dove ci si sonnecchia volentieri.
  • Qualunque cosa si decida di consumare a bordo piscina, deve provenire dal bar.
galateo in albergo piscina

Galateo Mancia in albergo: quanto e a chi

In Italia lasciare la mancia non è obbligatorio, ma un gesto educato e gradito sicuramente da chi la riceve.

Negli Stati Uniti, ad esempio, la mancia è imposta e per ciò, la si trova spesso già inclusa nel conto.

 La mancia, in albergo, va lasciata:

  • al portiere
  • al facchino che trasporta i nostri bagagli
  • al cameriere del ristorante
  • al cameriere del servizio in camera
  • al personale che ci sistema la stanza

Quanto lasciare di mancia è a nostra discrezione ma, una buon’idea potrebbe essere quella di una mancia globale, pari al 15% del conto dell’albergo, consegnata direttamente in reception, al momento del saldo, destinata al personale che ci ha servito.

Se vogliamo possiamo, già nei primi giorni del nostro soggiorno, dare la mancia al cameriere del servizio in camere e al personale che ci sistema la stanza: una “furbizia” che spesso ci assicura qualche riguardo in più.

Ad ogni modo, la mancia va data con discrezione, accompagnata da un sentito grazie.

galateo in albergo la mancia

Se ti è piaciuto quest’articolo sul galateo in albergo, ti consiglio di leggere anche Galateo in Aereo

Seguimi anche si IG per altri consigli su come viaggiare da sole, con eleganza.

Vorresti viaggiare da sola, ma non sai decidere dove andare e quale sia la destinazione adatta a te? Visita la mia pagina Personal Travel Shopper

Share this Post

Lascia un commento