Cimiteri Monumentali di Lisbona

Se amate immergervi fino in fondo nella storia del paese che visitate, vi invito a scoprire insieme a me i cimiteri monumentali di Lisbona. Dei veri musei a cielo aperto, dove rendere omaggio ai personaggi più illustri e storici del paese e ammirare magnifiche opere scultorie.

La capitale del Portogallo ne vanta due di questi magici luoghi, simili tra loro ma diversi per quanto riguarda i personaggi storici che ci giacciono nell’eterno riposo.

Entrambi i cimiteri monumentali di Lisbona sono degli spazi immensi, ombreggiati da cipressi secolari, dove regna il silenzio e dove la quiete ci invita a contemplare le opere che raccontano la storia di chi le fece costruire, di chi vi fu sepolto, e la nostalgia di coloro che rimasero.

Angelo - cimiteri monumentali di lisbona - Cemiterio dos prazeres

Cimiteri monumentali di Lisbona

Nell’anno 1833 una epidemia di Cholera Morbus devastò la città di Lisbona, facendo nascere l’urgenza di creare dei grandi spazi dove seppellire le vittime. L’allora regina Dona Maria II fece quindi costruire il cimitero di Alto de São João atto a servire le popolazioni residente nel lato orientale della città, e il cimitero dei Prazeres, per i residenti a occidente.

Fino a 1840 si usava ancora seppellire i propri cari nelle chiese, cappelle o chiostri conventuali, ma in seguito ad un decreto-legge ciò fu proibito, e divennero obbligatorie le sepolture negli spazi destinati esclusivamente a questo scopo.

Cimiteri Monumentali di Lisbona –  Alto de São João

È il più grande e uno dei più importanti cimiteri di Lisbona. Un notevole insieme di architettura funeraria, in gran parte in stile neo-manuelino, dove sono sepolte alcune delle personalità che hanno fatto parte della storia del paese negli ultimi duecento anni.

È come una vera città, con case e strade numerate, piantumata con alberi di cipresso, eucalipto, robinia, carrube, jacaranda, tra molti altri.

Per più di un secolo è stata la più grande necropoli di Lisbona, motivo che spiega il suo carattere eclettico, presentando costruzioni di carattere popolare, mescolate ad altre più elaborate; tra questi ci sono i due monumenti che aprono il percorso di ingresso – a destra la tomba della Santa Casa della Misericordia e a sinistra la tomba del Visconte Valmor – la Cripta dei Combattenti della Grande Guerra, o la Tomba dei Benemeriti della Città.

La Prima Repubblica (1910-1926) ha scelto questo spazio per onorare gli eroi repubblicani, come dimostrano i monumenti al suo interno.

Il primo crematorio del paese fu costruito in questo cimitero nel 1925, essendo stato disattivato alcuni anni dopo per motivi politici, e successivamente riattivato nel 1985.

Come arrivare:

Cemiterio Alto de São João – Parada Alto de São João 3
Con la metropolitana linea verde per Telheiras, scendere alla fermata Alameda e proseguire con autobus 718; direzione ISEL

Cimitero Alto S. Joao - tomba in stile manuelino - cimiteri monumentali di lisbona
Cemitero Alto de S. Joao - tomba della Santa Casa della Misericordia
Cimitero monumentale di Alto de Sao Joao
Cemitero Alto de S. Joao

Cimiteri Monumentali di Lisbona – Prazeres

Situato al capolinea del famoso Tram 28, in cima ad una collina che offre una incantevole vista sul fiume Tago, è il secondo cimitero più grande della capitale portoghese.

Se decidete di raggiungere il cimitero a bordo del tram 28, sapiate che potete visitare gran parte della città comodamente sedute a fianco finestrino. Ve lo racconto nel dettaglio in quest’articolo.

Il cimitero dei “piaceri” fu inaugurato sempre nell’anno 1833, per servire la parte occidentale della città, dove si trovavano all’epoca i quartieri delle residenze aristocratiche.

Per questo motivo, il Cemitério dos Prazeres divenne il cimitero delle famiglie dominanti di Lisbona che, con i loro gusto estetico e mezzi materiali, hanno conferito al cimitero una certa monumentalità.

Costituito quasi esclusivamente da sepolture private, è un susseguirsi di monumenti di autori anonimi, accanto a opere di rinomati architetti e scultori celebri, dall’ottocento ai giorni nostri.

Cemiterio dos Prazeres statua
Cemiterio dos Prazeres tomba

Nella cappella del cimitero monumentale dos Prazeres si trova l’antica sala delle autopsie e dal 2001 il Núcleo Museológico, dove si può ammirare la collezione di interessanti pezzi d’epoca, provenienti dalle tombe abbandonate, legata al culto della morte e della memoria, tali come crocifissi, figure di santi, candelabri, vasi, fotografie, tra molti altri.

In questo spazio di 12 ettari, tagliato da innumerevoli strade si trova anche la più grande e antica concentrazione di cipressi della penisola iberica.

Secondo la storia, in questo luogo c’era una fonte considerata miracolosa, dalla apparizione di un’immagine della Vergine Maria. Sul luogo venne costruita una cappella dedicata a Nossa Senhora dos Prazeres (Madonna dei Piaceri) che diede poi il nome ad una vasta fattoria che, già nel XVI secolo, fungeva da rifugio per molti pazienti dalle varie epidemie. Quando il cimitero venne aperto sul terreno di quella fattoria ne eredita il nome Prazeres (cimitero dei Piaceri)

Come arrivare:

Cimitério dos PrazeresPraça São João Bosco 568
Tram 28 capolinea

Leggete anche Visitare Lisbona a bordo del Tram 28

Cimiteri monumentali di Lisbona - statua Cemiterio dos Prazeres
Cimiteri monumentali di Lisbona - Sepolcri cemiterio dos Prazeres
dettaglio statua Cemiterio dos Prazeres

Per aiutarvi negli spostamenti a Lisbona, ho pubblicato l’articolo:
Come muoversi a Lisbona – tutto quello che devi sapere

Se vi è piaciuto quest’articolo sui cimiteri monumentali di Lisbona, fatemelo sapere nei commenti e, si vi va, condividetelo sui vostri Social.

Un bacio e a presto dalla vostra Crackita!

P.S: Per rispetto ai luoghi trattati, Crackita non è stata fotografata

Share this Post

29 commenti su “Cimiteri Monumentali di Lisbona”

  1. Sono stata a Lisbona qualche anno fa, ma non ho visitato i suoi cimiteri; questa cosa mi dispiace perchè trovo che essi siano una parte integrante della cultura e della storia di una città. Sarà per la prossima volta!

    Rispondi
  2. Pensavo di essere l’unica anima perversa ad adorare i cimiteri! Mi consola vedere che anche tu li ami! Sono musei a cielo aperto: ogni lapide ha una storia e tante lapidi fanno la storia di una città e raccontano tantissime storie. Bellissimi i cimiteri di Lisbona! Li visiterò sicuramente quando verrò!

    Rispondi
  3. Sicuramente un aspetto molto interessante quello di visitare questi cimiteri monumentali, che proprio non avevo mai considerato. Sarà di sicuro per la prossima visita a Lisbona, città che adoro!

    Rispondi
  4. Alcune di queste tombe neogotiche ricordano molto le Arche Scaligere della nostra Verona! Comunque anche a noi piace immergerci nella storia del luogo che visitiamo e i cimiteri sono parte di essa! Il più particolare che ho visto è sicuramente quello di Hong Kong!

    Rispondi
  5. Sembrerà un po’ macabro da dire ma i cimiteri monumentali mi piacciono molto! Come hai detto tu sono dei veri e propri musei a cielo aperto che nascondono tantissime opere! Non conoscevo questi di Lisbona, quindi ti ringrazio di avermeli fatti scoprire!

    Rispondi
  6. Sembrano proprio luoghi speciali, ricchi di silenzio, quiete, pace, ma anche di tanta luce. Mi piace sempre molto scoprire i cimiteri, sono una parte essenziale di luoghi e città, e quando andrò alla scoperta di Lisbona (è già da tanto che vorrei farlo, bisogna decidersi!) sicuramente li visiterò! Grazie per questo prezioso e interessante articolo! 🙂

    Rispondi
  7. Sono stata a Lisbona, ma mi sono persa questa chicca. Devo ammettere che sembrano vere e proprie opere d’arte, cosa un po’ inusuale per dei cimiteri che però gli dà quel fascino in più!

    Rispondi
  8. Ho sempre avuto una sorta di pudore ad andare a visitare i cimiteri, anche quando ci sono personaggi storici o famose pop star. Sicuramente è un mio limite che cercherò di superare. Comunque molto bello il cimitero monumentale di Lisbona.

    Rispondi
  9. C’è stato un tempo che visitare cimiteri mi infondeva pace e tranquillità. Ne ho scoperti di molto belli qui in Italia. Questo a Lisbona è davvero notevole.

    Rispondi
  10. Ho una vera e propria passione per l’arte non solo sacra, ma anche funeraria. Abitando a Milano quando ne avevo l’opportunità, e spero di riaverla presto, il Cimitero Monumentale è uno dei miei luoghi preferiti e quando vado in vacanza adoro visitarli… questo di Lisbona mi ha tolto il fiato!

    Rispondi
  11. Ho visitato sempre con rispetto e sincero interesse i cimiteri monumentali delle maggiori città italiane, a partire da quello di Milano, che trovo essere un vero capolavoro. Spero di avere la possibilità di tornare a Lisbona e visitarli tutti, in particolare Alto de São João.

    Rispondi
  12. Sono stata a Lisbona qualche anno fa ma non avevo visitato i cimiteri monumentali e non ne conoscevo nemmeno l’esistenza. Davvero un posto molto particolare, una piccola chicca. Grazie per avermela fatta conoscere!

    Rispondi
  13. Mamma mia, articolo ricchissimo e veramente coinvolgente. Che dire: Lisbona DEVE essere la mia prossima meta (e speriamo di non dover attendere troppo!)

    Rispondi
  14. Trovo sempre molto affascinante visitare i cimiteri monumentali, ovviamente con il rispetto dovuto al luogo. Alle volte è anche commovente leggere gli epitaffi sulle lapidi e altre sorprendente la ricchezza delle cappelle. Se riuscirò a visitare Lisbona, di sicuro passero anche da questi due luoghi!

    Rispondi
  15. Ed ecco un altro buon motivo per tornare a Lisbona! Ogni volta che apro il tuo blog scopro tantissime curiosità di posti dei quali non avevo mai sentito prima. I cimiteri non sono luoghi lucubri, ma terre di passaggio per anime che hanno lasciato il segno.

    Rispondi
  16. I cimiteri monumentali mi affascinano molto, danno quel senso di fermo nel tempo che é difficile da spiegare a parole. Mi piacerebbe molto visitarlo un giorno

    Rispondi
  17. Ho sempre trovato molto suggestivi i cimiteri monumentali: credo che raccontino non solo la storia di chi vi riposa ma anche quella dell’arte che vi è rappresentata. Se vado a Lisbona, mi piacerebbe visitarli.
    Maria Domenica

    Rispondi
  18. Che meraviglia, anche io visito i cimiteri monumentali, guardando le opere che accompagnano le tombe. Spesso mi fermo anche a fare un minuto di silenzio quando vedo alcuni volti di bambini, mi si stringe sempre il cuore.
    Quelli di Lisbona, così bianchi, non li avevo mai visti. Quando visiterò la città, non mancherò di visitarli, sempre con il dovuto rispetto.

    Rispondi
  19. Quando sono stata a Lisbona non ho pensato a visitare i cimiteri. ma devo dire che nessuna guida li segnalava. Hai fatto bene a parlarne tu, altrimenti i visitatori, non sapendo niente, non ci vanno. Se poi si arriva col mitico 28, ancora meglio. Grazie di queste informazioni, se torno a Lisbona ci vado.

    Rispondi
  20. Non sono amante dei cimiteri ma quelli monumentali sono davvero interessanti: le tombe e le lapidi sono davvero delle opere d’arte e spesso vengono incise frasi davvero d’effetto che rimangono impresse.

    Rispondi
  21. Non ho mai visitato un cimitero monumentale, forse mi sa che neanche sapevo esistessero! Per questo ho letto molto volentieri il tuo articolo, e anzi, le foto mi hanno fatto visitare virtualmente un luogo che sembra senza tempo!

    Rispondi
  22. Sbaglio ho assomiglia al famoso Pere-Lechaise di Parigi?
    L’ho potuto visitare anni fa e l’ho trovato un vero museo e molto frequentato…anche questi di Lisbona sono così?

    Rispondi
  23. A dirla tutta non ho mai pensato di andare a visitare un cimitero quando viaggio ma devo dire che più che un cimitero mi sembra un museo dove sono esposte vere opere d’arte che non avrei mai pensato di poter trovare nei cimiteri

    Rispondi
  24. Una volta ho visitato un cimitero monumentale, ma ingenerale non visito in viaggio i cimiteri dovrei rivalutare la cosa assolutamente.

    Rispondi
  25. Ogni volta che visito un nuovo paese cerco anche i suoi cimiteri, si capisce molto della cultura osservando questi luoghi e le persone che visitano i loro cari.
    Purtroppo non sono mai stata a Lisbona e non ho visitato i suoi cimiteri monumentali che sembrano veramente impressionanti, sia per bellezza che grandezza!

    Rispondi
  26. Mi hanno sempre attirato i cimiteri monumentali perchè hanno molte storie da raccontare… a Lisbona non ci sono ancora stata… terrò presente

    Rispondi

Lascia un commento