Chi siamo

Io e Monica - leggi la sua biografia o fai clic sull'immagine e visita il suo sito Web

VITA

Mi chiamo Monica Salgueiro Saraiva. Sono nata in Olanda e il mio primo volo l’ho preso che avevo un solo mese di vita: dall’Aia a Lisbona, città natale dei miei genitori. Da loro ho ereditato questo “Wanderlust” iniziando a viaggiare in autonomia a 17 anni. I primi viaggi li ho compiuti all’interno del mio paese, il Portogallo, finché a 19 anni, con la totale approvazione della mia famiglia, mi sono trasferita negli Estati Uniti dove ho lavorato come hostess di nave (quale migliore modo per viaggiare gratuitamente?). Da allora non mi sono più fermata.

OGGI

Oggi vivo nella bell’Italia, ormai da 26 anni, e continuo a viaggiare più che posso. Viaggiare in solitaria è per me una necessità. Nel Novembre del 2014 in una cesta in un supermercato ho incontrato una bambola alla quale ho dato il nome Crackita. È stato bizzarro acquistare una bambola a 44 anni ma, quando l’ho vista, mi sono sentita attratta, come se mi stesse chiamando. Da allora, per gioco, ho iniziato a fotografarla nei luoghi che visitavo (i selfie non mi piacciono, mi mettono in imbarazzo). E’ nata cosi l’idea di questo Blog, che ho voluto dedicare alle donne che amano viaggiare da sole e a tutte coloro che desiderano iniziare a farlo, dove racconto i miei viaggi prevalentemente low cost, insieme a qualche utile consiglio.

HOBBIES

Come vi ho detto precedentemente, oggi vivo in Italia, più precisamente a Rezzato, una piccola cittadina del comune di Brescia. Oltre a questo blog, mi tengo impegnata con i miei dipinti a olio, i miei romanzi e, qualche volta, restaurando mobili antichi. Spero vogliate seguirmi e, soprattutto, che le mie esperienze e consigli possano esservi utili.

Dietro le quinte / The making of ...

“Partire è la più bella e coraggiosa di tutte le azioni.
Una gioia egoistica forse, ma una gioia, per colui che sa dare valore alla libertà.
Essere soli, senza bisogni, sconosciuti, stranieri e tuttavia sentirsi a casa ovunque,
e partire alla conquista del mondo.”

Isabelle Eberhardt